Entro il mese di maggio 2018 arriveranno a domicilio i solleciti di pagamento della Tares 2013, la cui scadenza tassativa è il 31/05/2018.

Il pagamento si effettua in banca, in posta oppure mediante home-banking con modello F24 allegato.

In caso di mancato pagamento, si procederà a riscuotere coattivamente la somma dovuta mediante ingiunzione di pagamento ai sensi del R.D. 639/1910.

Dal 2014 la Tares è sostituita dalla TARI -Tributo sui rifiuti.

TARES 2013

Nel mese di ottobre 2013 è arrivata a domicilio la seconda e ultima rata della Tares, da pagare entro il 31/10/2013. La rata comprendeva la maggiorazione di € 0,30 al mq, calcolata per tutto l’anno.

Si rammenta che in caso di mancato pagamento della Tares entro la scadenza del 31/10/2013, scatterà subito l’attività di accertamento con l’emissione delle sanzioni previste dalla normativa, pari al 30%.

La Tares (tributo comunale sui rifiuti e sui servizi) in vigore dal 1° gennaio 2013 sostituisce la TIA (Tariffa di Igiene Ambientale).

La novità principale della Tares è che copre, non solo il costo del servizio rifiuti, ma anche i costi dei servizi indivisibili (ad esempio illuminazione pubblica, manutenzione strade, verde pubblico, ecc.), attraverso una maggiorazione di € 0,30 al mq.

Sull’importo Tares, esclusa la maggiorazione, si applica ancora il tributo provinciale pari al 5%, ma non si applica più l’ulteriore addizionale ex-Eca pari al 10%

Il Consiglio Comunale, considerato che la legge prevede la copertura totale dei costi dei rifiuti, con atto n. 19 del 15/04/2013, ha aggiornato le tariffe rifiuti che risultano pertanto aumentate mediamente del 25%.

QUANDO SI PAGA

Prima rata (relativa al primo semestre 2013)

Nel mese di luglio 2013 verrà inviata a domicilio la prima rata della Tares, con il modello F24 già compilato.

Il pagamento della prima rata deve essere effettuato entro il 31 luglio 2013. La prima rata non comprende la maggiorazione di € 0,30 al mq.

Seconda e ultima rata (relativa al secondo semestre 2013)

L’avviso della seconda rata, da pagare entro il 31 ottobre 2013, verrà inviato nel mese precedente la scadenza.
La seconda rata comprenderà la maggiorazione di € 0,30 al mq, calcolata per tutto l’anno.

COME SI PAGA

L’Ufficio Tributi invierà a domicilio i modelli F24 già compilati
da pagare in Posta, Banca o tramite home banking.

Nell’avviso di pagamento della seconda rata, viene calcolato l’importo dovuto per l’intero anno e detratto quanto già emerso in acconto a luglio. La differenza è l’importo da pagare ed è già indicato nel modello F24.

Si rammenta che non è possibile compensare gli importi fra quota Comune (cod. 3944) e quota Stato (maggiorazione cod. 3955).

SU COSA SI PAGA

La Tares si paga su locali o aree scoperte, suscettibili di produrre rifiuti, ad esclusione delle aree scoperte pertinenziali delle abitazioni e le parti comuni del condominio. Sono esclusi cantine, solai e balconi/terrazzi.

La tassazione riguarda la produzione di rifiuti urbani e assimilati. Non sono soggette a tassazione le superfici dove si formano di regola rifiuti speciali, in quanto devono essere smaltiti separatamente.

Il calcolo della Tares viene fatto mensilmente sulla situazione familiare, sulle risultanze dell’Anagrafe. Coloro che non sono residenti devono comunicare tempestivamente le variazioni.

COME E’ COMPOSTA

UTENZA DOMESTICA

Abitazioni, box:

la tariffa è composta da una parte fissa al mq. e da una parte variabile (n. componenti del nucleo familiare).

La superficie soggetta a tariffa è misurata sul filo interno dei muri o sul perimetro interno delle aree scoperte.

UTENZA NON DOMESTICA

Imprese, attività, negozi, magazzini, ecc.:

La tariffa è composta da una parte fissa e una parte variabile basata sui mq. e sulla tipologia di attività.

La superficie soggetta a tariffa è misurata sul filo interno dei muri o sul perimetro interno delle aree scoperte.

La parte fissa è diretta a coprire i costi fissi del servizio rifiuti: spazzamento e lavaggio strade, costi amministrativi, costi per la riscossione e il contenzioso.

La parte variabile è diretta a coprire i costi variabili del servizio rifiuti, cioè legati alla produzione di rifiuti: raccolta e trasporto, raccolta differenziata, trattamento e smaltimento.

Maggiorazione di € 0,30 al mq: è diretta a coprire i costi dei servizi indivisibili come illuminazione pubblica, manutenzione strade, verde pubblico, ecc. e sarà incassata dallo Stato.

Le tariffe sono riportate nell’allegato in fondo alla pagina.

Per informazioni riguardanti le scadenze sull’attivazione/cessazione/vuoto e sulla richiesta di rimborso della tariffa rifiuti, vedere lo scadenzario in fondo alla pagina.

DOVE RIVOLGERSI E ORARIO

Ufficio Tributi – Palazzo Comunale – piano seminterrato – Tel. 02 61903243-231 – Fax: 02 61903301

Orari di apertura al pubblico

Mattina: da martedì a venerdì dalle ore 10.15 alle ore 12.15

Pomeriggio: lunedì dalle ore 15.00 alle ore 17.00

Nei mesi di luglio e agosto l’orario potrà subire variazioni: Ufficio Tributi

ALLEGATI

Tariffe 2013

Scadenzario tariffa rifiuti




Modulistica per la Tariffa Rifiuti

FONTI

DL 6 dicembre 2011 n. 2011, art. 14

Deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 15/04/2013