Regione Lombardia con propria D.G.R. n. 2065/2019 ha promosso iniziative volte al contenimento dell’emergenza abitativa e al mantenimento dell’abitazione in locazione.

Il Comune di Cusano Milanino, con propria deliberazione di Giunta Comunale n. 49/2019 ha approvato le Linee guida di ambito e con Determinazione n. 249/2019 ha approvato gli Avvisi pubblici relativi alle Misure 2, 3 e 4.

Le domande si potranno presentare c/o l’Ufficio Protocollo del Comune di Cusano Milanino, fino alle ore 12 del 31/12/2020

o tramite invio a mezzo mail all’indirizzo: comune.cusano-milanino@pec.regione.lombardia.it

Misura 2 – “Morosità ridotta” (MODULISTICA)

Requisiti

  • locazione sul libero mercato o in alloggi in godimento definiti Servizi Abitativi Sociali ai sensi della L.R. 16/2016 art. 1 c. 6 (sono esclusi i soggetti titolari di contratti di affitto con patto di futura vendita);
  • residenza nel Comune di Cusano Milanino al momento della domanda;
  • residenza di almeno 5 anni in Regione Lombardia (anche non continuativi), di almeno un membro del nucleo familiare;
  • non essere sottoposti a procedure di rilascio dell’abitazione;
  • non essere in possesso di alloggio adeguato in Regione Lombardia;
  • morosità incolpevole (vedi sotto) accertata in fase iniziale fino ad un massimo di 6 mensilità. Non concorrono al calcolo della morosità le spese per le utenze (acqua, gas e luce) e le spese condominiali;
  • ISEE massimo fino a € 15.000,00.

Misura 3 – “Alloggio di proprietà all’asta” (MODULISTICA)

Requisiti

  • residenza nel Comune di Cusano Milanino al momento della domanda;
  • residenza di almeno 5 anni in Regione Lombardia (anche non continuativi), di almeno un membro del nucleo familiare;
  • essere sottoposto a procedura di sfratto per pignoramento, causa mancato pagamento delle rate del mutuo e/o delle spese condominiali;
  • rientrare in una delle cause riconducibili alla morosità incolpevole (vedi sotto) che determinano la perdita o la consistente riduzione della capacità reddituale;
  • ISEE massimo fino a € 26.000,00;

Misura 4 – “Nuclei con redditi esclusivamente da pensione da lavoro” (MODULISTICA)

Requisiti

  • locazione sul libero mercato o in alloggi in godimento definiti Servizi Abitativi Sociali ai sensi della L.R. 16/2016 art. 1 c. 6 (sono esclusi i soggetti titolari di contratti di affitto con patto di futura vendita);
  • residenza nel Comune di Cusano Milanino, alla data di presentazione della domanda;
  • residenza da almeno 5 anni in Regione Lombardia, di almeno un membro del nucleo familiare;
  • non essere sottoposti a procedure di rilascio dell’abitazione;
  • non essere in possesso di alloggio adeguato in Regione Lombardia;
  • avere un reddito familiare proveniente esclusivamente da pensione da lavoro/vecchiaia/anzianità e/o assimilabile;
  • non essere in condizione di morosità;
  • ISEE massimo fino a € 15.000,00

 

Che cos’ è la morosità incolpevole

La morosità incolpevole è una situazione che impedisce di continuare a pagare il canone di affitto (Misura 2) o le rate del mutuo/spese condominiali (Misura 3) a causa della perdita o riduzione del reddito familiare dovuta ad una delle seguenti cause:

  • perdita del lavoro per licenziamento;
  • mobilità;
  • accordi aziendali o sindacali con consistente riduzione dell’orario di lavoro;
  • cassa integrazione ordinaria o straordinaria che limiti notevolmente la capacità reddituale;
  • mancato rinnovo di contratti a termine o di lavoro atipici;
  • cessazioni di attività libero-professionali o di imprese registrate, derivanti da cause di forza maggiore o da perdita di avviamento in misura consistente, risultante dalle dichiarazioni ai fini fiscali;
  • malattia grave, infortunio o decesso dei un componente del nucleo familiare che abbia comportato la consistente riduzione del reddito complessivo del nucleo medesimo o la necessità dell’impiego di parte notevole del reddito per fronteggiare rilevanti spese mediche e assistenziali;
  • riduzione del nucleo familiare per cause come divorzio, separazione, abbandono del coniuge o allontanamento anche imposto, comprovato, del convivente, che abbia determinato una consistente riduzione della capacità reddituale del nucleo;
  • altri eventi documentati che abbiano comportato una riduzione consistente del reddito disponibile e una morosità incolpevole.

 

I requisiti necessari, l’ammontare e le forme di concessione di eventuali contributi e le modalità di presentazione delle domande sono riportati nell’Avviso allegato. Per informazioni è possibile rivolgersi alla segreteria amministrativa dei servizi sociali – Via Alemanni, 2 – secondo le modalità di contatto previste.