CHE COS’E’
Il Bonus gas è una riduzione della bolletta del gas metano distribuito a rete (non per il gas in bombola o per il GPL), per le famiglie con disagio economico.

Il Bonus gas è cumulabile con il Bonus idrico il Bonus energia elettrica

CHI PUO’ CHIEDERLO

Possono ottenere il bonus tutti i clienti domestici intestatari di un contratto di fornitura di gas naturale appartenenti:

  1. ad un nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a 8.265 euro;
  2. ad un nucleo familiare con almeno 4 figli a carico e indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro;
  3. ad un nucleo familiare titolare del Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza;
  4. con misuratore gas di classe non superiore a G6 (la classe del misuratore è collegata alla quantità di gas che può essere trasportata in un punto di fornitura e distingue le utenza domestiche da quelle di tipo industriale o commerciale. Questo parametro viene verificato dal distributore).

Ogni nucleo familiare che ha i requisiti di cui alle lettere a) e b) può richiedere il bonus per disagio economico per la fornitura elettrica, gas e idrica.
I titolari del Reddito di cittadinanza, in base alla legge 28 marzo 2019, n. 26, hanno diritto ad accedere al bonus elettrico, gas e idrico anche se la soglia ISEE è superiore a 8.265 euro.
La compensazione è riconosciuta sia ai clienti che hanno stipulato un contratto di fornitura individuale (clienti domestici diretti), sia ai clienti che utilizzano impianti condominiali (clienti domestici indiretti).

QUANTO SI RISPARMIA

Gli importi previsti sono differenziati rispetto alla categoria d’uso associata alla fornitura di gas, alla zona climatica di appartenenza del punto di fornitura e al numero di componenti della famiglia anagrafica (persone legate da vincoli di matrimonio, parentela, affinità, adozione, tutela o da vincoli affettivi, coabitanti ed aventi la medesima residenza).
Il valore del bonus è aggiornato annualmente dall’Autorità entro il 31 dicembre dell’anno precedente.

QUANDO PRESENTARE LA DOMANDA

  • nuova domanda: in qualsiasi momento
  • rinnovo: entro il mese della scadenza

N.B. per il periodo che va dal 1 marzo al 30 aprile 2020, alla luce delle misure restrittive disposte dal Governo per il contenimento della pandemia, il provvedimento dispone che a coloro che dovessero rinnovare la domanda di bonus oltre la scadenza originaria prevista dalla regolazione, ma comunque entro i 60 giorni successivi al termine del suddetto periodo di Sospensione, sia garantita la continuità dei bonus medesimi, con validità retroattiva a partire dalla data di scadenza originaria e per un periodo di 12 mesi.

Pertanto tutti i cittadini beneficiari di bonus in scadenza al 30 aprile 2020 (che avrebbero dovuto chiedere il rinnovo entro il 31 marzo) o al 31 maggio (che avrebbero dovuto chiedere il rinnovo entro il 30 aprile), potranno richiedere il rinnovo entro il 30 giugno per vedere garantito l’ulteriore periodo di 12 mesi in continuità con il precedente. Tutto ciò, naturalmente, fatti salvi eventuali ulteriori provvedimenti di prolungamento delle restrizioni conseguenti all’emergenza Covid-19.

Deliberazione 76/2020/R/COM con disposizioni conseguenti alle misure di contrasto alla pandemia da COVID-19

 

DOVE RIVOLGERSI

Servizi Sociali

Via Alemanni, 2 (ex sede della CRI) – piano terra

per il ritiro modulistica e informazioni per la compilazione della relativa domanda.

COME PRESENTARE LA DOMANDA
Per la richiesta del Bonus compilare il modulo ed allegare:

  • fotocopia del documento d’identità
  • fotocopia attestazione ISEE in corso di validità

I moduli compilati e le fotocopie allegate vanno consegnate all’Ufficio Protocollo del Comune in piazza Martiri di Tienanmen n. 1.

MODULISTICA

Moduli bonus gas, acqua ed energia elettrica